Assume sempre più rilevanza sociale e politica lo scontro in atto tra i viticoltori che non intendono modificare l’approccio chimico e intensivo alla coltivazione dei vigneti. Un biomonitoraggio dell’Ussl 7, ampiamente contestato dal WWF Alta Marca, non avrebbe riscontrato differenze negli effetti all’esposizione ai pesticidi tra gli abitanti delle grandi città e dei comuni più interessati alla viticoltura, La Coldiretti ha brandito come una clava le conclusioni rassicuranti per minacciare di denunciare per “procurato allarme” chi insistesse nel continuare a chiedere interventi restrittivi nell’impiego dei pesticidi a tutela della salute.  Nelle polemiche si inserisce il M5S che contesta il regolamento di Polizia Rurale intercomunale, giudicato insufficiente a fronte delle tante ed inquietanti evidenze che mettono in relazione l’uso dei pesticidi con l’incidenza di patologie tumorali.
fonte: http://www.oggitreviso.it/stop-ai-pesticidi-sit-davanti-al-municipio-70526

“Stop ai pesticidi”, sit-in davanti al Municipio

conegliano

(20.09.2013) CONEGLIANO – Si troveranno sabato 5 ottobre, alle 15, davanti al Municipio di Conegliano, per protestare contro l’uso e l’abuso dei pesticidi. E’ stata indetta dal Movimento 5 stelle la manifestazione per “tutelare la salute dei cittadini contro i troppi veleni sparsi sulle colline”.

“Ogni anno nella zona Docg Conegliano-Valdobbiadene dove prevale la monocultura della vite, vengono sparsi tonnellate di pesticidi tossici, molto tossici e nocivi che hanno come principi attivi sostanze cancerogene, teratogene e interferenti endocrini. – ricordano i grillini – Il “Regolamento intercomunale di Polizia Rurale” che hanno firmato i nostri sindaci sono lacunosi, insufficienti, inapplicabili, per mancanza di controllo e per la non applicazione delle normative europee, nazionali e regionali in materia di pesticidi”.

“
I medici oncologi dell’ ISDE (Medici per l’ambiente) hanno dimostrato la correlazione tra principi attivi e tumori con più di seimila studi  – ribadisce il M5s -.
 Nella Ulss7 aumentano ogni anno del 7% (1.000 persone all’anno circa) i malati di tumori maligni, cioè più di 3 nuovi malati di tumore al giorno (dati Ulss7). 
Parliamo di questa concausa con prevenzione primaria e principio di precauzione assenti dai nostri comuni”.

“Questa manifestazione pacifica di protesta – fanno sapere i grillini – è organizzata dal Movimento 5 Stelle e dai cittadini che chiedono di tutelare la salute pubblica con leggi efficaci, applicando quelle in essere, tra le quali spicca il dimenticato Principio di Preacauzione”.

Parteciperanno i rappresentanti delle associazioni ambientaliste locali e i rappresentanti delle istituzioni, il cittadino Gianni Girotto Portavoce al Senato della Repubblica.

 “Saremo in piazza Cima, davanti al municipio  – ricordano i promotori – con cartelli che invitano il sindaco ad applicare il Principio di Precauzione, stabilito dalla legge, e a non permettere più di irrorare case, scuole, asili e strade nel rispetto della tutela della salute e dell’ambiente”.

Annunci