La circolazione delle notizie su questi intollerabili episodi deve far cresce la rivolta dei consumatori, dei residenti rurali, dei contadini che si rifiutano di avvelenare il prossimo e la madre terra

fonte: : http://gustodivino.it/news-di-gusto-e-vino/bordeaux-bambini-intossicati-dai-pesticidi/edith-di-salvo/10214/#sthash.16EP3t7o.dpuf

Immagine

di Edith Di Salvo

(28.05.14) E’ stato un incubo per le famiglie di Villeneuve-de-Blaye, un piccolo borgo di 400 anime nel nord del Bordeaux, completamente circondato dalle vigne.

Il 5 maggio una classe di 24 bambini con l’insegnante si trovava all’esterno della scuola durante una pausa, quando improvvisi crampi addominali, salivazione, tosse mal di testa e occhi arrossati hanno fatto temere un avvelenamento.

I medici giunti in urgenza hanno ricoverato alcune persone compreso l’insegnante.

Quella mattina due viticoltori locali avevano irrorato le vigne con pesticidi e antibotritici e il vento aveva condotto i vapori proprio sul giardino della scuola.

Non esiste una legge che vieti l’irrorazione di agrofarmaci durante le ore scolastiche, né in Francia né in Italia, ma di solito gli agricoltori evitano quegli orari.

Un elemento che ha contribuito a scaldare gli animi dei cittadini di Villeneuve-de-Blaye è stato il fatto che uno dei viticoltori che avevano incautamente irrorato era proprio il sindaco del paese, Catherine Verges.

Le indagini condotte dalla prefettura della Gironde giungono alla conclusione che i bambini e l’insegnante sono rimasti intossicati dall’esposizione ai fungicidi.

Al di la del singolo incidente c’è da chiedersi se e quanto, l’esposizione continua a pesticidi e antibotritici incida sulla salute delle popolazioni adiacenti i vigneti.

Winespectator: Bordeaux Kids Sickened After Winegrowers Spray Chemicals

 

Annunci